MULTE E RICORSI

LA SANZIONE IMPERFETTA.............
 
Spesso e volentieri, a causa del persistente atteggiamento delle autorità locali che sanzionano indiscriminatamente ogni situazione di illecito, l'unico modo per opporsi è quello di ricorrere agli organi competenti.
I motivi per procedere possono essere di fatto e di forma.
Nel caso in cui il motivo per opporsi alla sanzione è perchè rilevata in un luogo dove non si è mai stati o per situazioni mai successe, è importante avere elementi inconfutabili a sostegno della propria tesi.
Gli elementi di forma possono essere i più svariati e spesso la cassazione da spunto per nuove soluzioni:targa riportata errata, veicolo non coincidente con quello posseduto, sanzione contradditorie, verbale elevato nei modi e nei tempi non previsti dalla legge, mancanza della norma violata o priva dell'idicazione del verbalizzante,di colui responsabile dell'immissione dei dati o del procedimento, luogo dei fatti inesistente, mancata indicazione su come procedere al ricorso, tempi di notifica superiore a 90gg, ecc... In caso di sanzione amministrativa per infrazione al codice della strada è possibile entro 60 gg dalla data di notifica, proporre ricorso al prefetto ed entro 30 gg al Giudice di Pace.
 
Scegliere l'uno o l'altro comporta rischi e vantaggi di seguito elencati:
 
Si ricorre al prefetto quando:
 
  • Ci sono dei vizi di forma talmente evidenti che il ricorso è scontato
  • Il costo della sanzione è di importo ridotto
 
Inconvenienti del ricorso al prefetto:
  • se rigettato il ricorso, il costo della sanzione viene raddoppiato
 
Vantaggi del ricorso al prefetto:
  • Il costo del ricorso è pari a quanto dovuto per l'invio della raccomandata
  • Possibilità di superamento dei tempi limite disposti per rigettare il ricorso
  • Possibilità di appellarsi al Giudice di Pace ed in caso di soccombenza con possibile ed eventuale ritorno originale alla sanzione primaria
  • Nessun costo di soccombenza oltre al raddoppiamento della sanzione
 
Si ricorre al Giudice di Pace quando:
 
  • L'importo della sanzione è importante
  • Il ricorso ha fini assicurativi, cioè l'eventuale accoglimento può influenzare un risarcimento(necessario è che si ricorra e che la sentenza accolga motivi di fatto e non di forma)
 
Inconvenienti del ricorso al Giudice di Pace:
  • Se rigettato il ricorso, il costo della sanzione potrebbe essere aumentato degli eventuali costi di soccombenza (Molto raro)
  • Necessario presentarsi in udienza
 
Vantaggi del ricorso al Giudice di Pace:
  • Una motivazione solida ha più probabilità di spuntarla rispetto al ricorso al prefetto.
  • Il ricorso al Giudice di Pace determina una motivazione che in ambito assicurativo può essere determinante per un risarcimemto

contattaci

    02. 58317689 Ripamonti

    02. 39447320 Vallazze

G.D.G. Srl

Via G. Ripamonti, 22 – 20136 Milano.
P.I./C.F. 07487660966 Iscritto C.C.I.A.A. Milano R.E.A. N° 1962440
Tel: 02 58317689 Fax: 02 39195838 / 02 89698179
Mail: milano@studiogdg.com- PEC: gdgsrl@pec.it
web-page: http://www.studiogdg.com

 

2019 nuova sede a MILANO

abbiamo aperto un nuovo ufficio STUDIOGDG

a Milano in via Vallazze ,62

venite a trovarci...

Tel.: 02.39447320
 

 

© 2016 Powered by GDG s.r.l.   realized by Berra Stefano

VIGILI.jpg